CBD in Russia: la giocatrice di basket Brittney Griner è stata incarcerata all'aeroporto per avere dell'olio di CBD.

Russia e CBD

Alla luce della situazione attuale e della guerra tra Russia e Ucraina, ecco un articolo che potrebbe interessarvi e mettervi alla prova.

Secondo il NY Times e l'agenzia russa TASS, Brittney Griner, sette volte ALL-STAR della WNBA e membro della squadra olimpica di basket femminile degli Stati Uniti, è stata arrestata dal Servizio Federale Doganale russo dopo che ha trovato olio di cannabis nel suo bagaglio.

Attualmente gioca per il club UMMC Ekaterinburg, che compete nella prima lega russa di basket femminile. Il 5 marzo, la televisione di Stato russa ha pubblicato una foto non datata di Griner scattata in una stazione di polizia locale. Ecco la dichiarazione di uno dei funzionari russi incaricati dell'indagine: "Un esperto ha stabilito che il prodotto era un narcotico, olio di cannabis. È stato aperto un procedimento penale contro un cittadino americano per aver contrabbandato una quantità significativa di droga".

Quando il bagaglio della Griner è stato controllato all'aeroporto internazionale di Sheremetyevo, la dogana avrebbe trovato cartucce per il vaping a base di olio di cannabis. Non si sa se in quel momento stesse lasciando o arrivando nel Paese. Molti atleti stranieri e americani hanno già lasciato il Paese dopo la dichiarazione di guerra della Russia all'Ucraina. Non si sa nemmeno per quanto tempo la giocatrice di basket sia stata trattenuta, ma le riprese delle telecamere a circuito chiuso dell'aeroporto a febbraio suggeriscono che potrebbe essere stata trattenuta per due o tre settimane.

È stato quindi aperto un procedimento penale contro la Griner, accusata di "trasporto di droga su larga scala, un reato punibile con 10 anni di carcere in Russia", secondo il NY Times.

Mentre le tensioni tra Stati Uniti e Russia continuano a salire, sullo sfondo della guerra in Ucraina, si teme che la detenzione di Brittney Griner sia principalmente uno strumento politico per fare pressione sul governo statunitense, dato il suo status di atleta e celebrità.

 

Lascia un commento